Frattali

Il termine "frattale" suggerisce la frattura o la scissione. I matematici usano il termine per descrivere una figura composta da un numero infinito di parti, ciascuna parte una versione in scala di una singola parte, con il ridimensionamento che diminuisce costantemente la dimensione delle parti ripetute. Osserva attentamente una felce o una testa di broccoli. Queste sono versioni finite, o parziali, dei frattali: quando guardi da vicino le parti che li compongono, le parti sono versioni più piccole del tutto.

Un frattale può essere creato iniziando con una particolare figura o forma e quindi seguendo una serie di istruzioni ricorsive. Cioè, viene eseguita un'azione sulla forma come l'aggiunta o la divisione, che crea nuove forme più piccole simili all'originale. Le istruzioni vengono quindi applicate a queste nuove forme più piccole e il processo si ripete ancora e ancora, all'infinito. Un albero frattale, ad esempio, può essere creato dividendo il "tronco" originale in due rami spessi che sono copie più piccole del tronco. Questi due rami a turno si dividono ciascuno esattamente nello stesso modo, e il processo si ripete ancora e ancora man mano che rami sempre più piccoli crescono sull'albero.